Abbiamo trovato il nostro cane, il cucciolo è arrivato a casa e… cosa ci aspetta adesso? Dopo aver preparato la casa all’arrivo del cane, adesso dobbiamo preparaci alle piccole, inevitabili, alle volte divertenti, marachelle del nostro peloso.

Un cane non è un giocattolo e, oltre alla gioia infinita che ci regala ogni giorno, qualche volta ci farà perdere la pazienza… rotoli di carta igienica a brandelli in giro per casa, peli sul letto dove gli avevamo detto di non salire, coda scodinzolante che fa cadere per terra la PlayStation… Nulla di grave! Ma quando decidiamo di adottare un cucciolo qualche piccolo inconveniente va messo in preventivo.

Dovremo educare e seguire quotidianamente il peloso, che, come ogni bambino, si divertirà a giocare, curiosare, imparare cose nuove ogni giorno e lo farà andando alla scoperta della casa, del balcone, del terrazzo, del mondo.

Pazienza e decisione, quando lo sgridiamo perché fa qualcosa di sbagliato, saranno i nostri migliori alleati. Sgridarlo non significa punirlo: dobbiamo essere un punto di riferimento positivo per il nostro cane, semplicemente dobbiamo insegnargli le regole della convivenza. In questo modo, adattandoci reciprocamente e insegnandogli qualche regola base, potremo vivere insieme una vita lunga, serena e felice!

Con la sua codina e la sua linguetta penzoloni il nostro pelosino sembra un angioletto, ma appena ci giriamo… ta-daaan! Il danno è fatto! E’ normale che il cucciolo combini qualche guaio, ma non deve esagerare… Se il suo gioco preferito sono le nostre nuove scarpe, se preferisce bere dal vaso di fiori piuttosto che dalla sua bellissima ciotola non facciamoci prendere dal panico. Con il suo modo di fare sta scoprendo il mondo ed è nostro compito guidarlo nel giusto modo. Senza perdere la calma, mantenendo il controllo della situazione, potremo fargli capire con gentilezza che “non si fa”…

Dolcezza, fermezza, tono di voce equilibrato daranno ottimi risultati e assolutamente niente punizioni violente! In qualche mese il nostro amico a quattro zampe diventerà un esperto di buone maniere e, magari con l’aiuto di un educatore cinofilo, sarà bravissimo e obbediente.

Un ultimo consiglio? Spostate in alto tutto quello che è a portata di naso-bocca-coda del cucciolo, se non volete che lo assaggi con una leccata e una morsicatina!

Se però i danni sono tanti, frequenti, incredibili… non è che il nostro cucciolo soffre di ansia, magari da separazione?

In ogni caso teniamo sempre a portata di mano dei giocattoli di suo gradimento con i quali distrarlo se vediamo che sta per combinare un pasticcio e in questo modo saremo noi a spiegargli le regole di casa e non viceversa!


a cura della Redazione di Networkdacani