Ci eravamo lasciati parlando della scelta tra cane di razza o meticcio
L’ultima cosa da considerare sono le malattie “proprie” di una razza (es: displasia dell’anca, problemi cardiovascolari…), solo un buona selezione effettuata dall’allevatore permettere di avere cani sani e forti, quindi è necessario fare qualche ricerca, magari sul portale ENCI e considerare che probabilmente sarà necessario girare 2/3 allevamenti e spendere qualche soldo in più per garantirsi un cucciolo bello e sano!
I meticci, a differenza dei cani di razza, non soffrono di malattie congenite e sono ugualmente belli e forti. A volte si riesce ad individuare le razze presenti, altre volte sono un vero e proprio mix!
Se si sceglie di adottare un meticcio o di prenderlo da un privato è necessario chiedere informazioni sulla sua indole, su quella della madre e se la mamma ha sofferto di patologie che potrebbe aver trasmesso ai cuccioli.
Che scegliate di prendere un meticcio o un cane di razza è di vitale importanza che osserviate l’ambiente in cui sono cresciuti i cuccioli. Diffidate da coloro che vi dicono che i cani sono nati e cresciuti in box bui, stretti e senza aver avuto la possibilità di uscire e di conoscere l’ambiente esterno.
La seconda domanda da porsi è: cucciolo o adulto?
Anche in questo caso dovete pensare allo stile di vita che fate, a quante ore state fuori casa, a che età avete.
 
Un cucciolo ha bisogno di uscire molte volte al giorno, farà i bisogni sul pavimento, cercherà di attirare la vostra attenzione in tutti i modi, si farà i denti sui mobili e magari salterà sul divano dopo essersi rotolato in una pozzanghera di fango. Insomma deve ancora imparare tutte le regole fondamentali per una buona convivenza! Però lo tirerete su come volete voi, sarà in grado di regalarvi tanti sorrisi e risate e riempirà la casa di allegria.

Un adulto sarà sicuramente meno impegnativo di un cucciolo, conoscerà già le regole principali e avrà soltanto bisogno di qualche settimana per adattarsi alla nuova famiglia; se lo prenderete da un rifugio/canile, informatevi sulla sua storia in modo da cercare di rendere l’arrivo nella nuova casa il meno traumatico possibile. Anche un cane adulto saprà regalarvi un sacco di felicità e sarà un compagno di vita inseparabile!

Se Fido ha un passato un po’ burrascoso, o magari è stato maltrattato prendete in considerazione di fare un ciclo di incontri con un educatore!

a cura di Elena Padovani educatore cinofilo di http://www.casadolcetana.it/

Il cane prova emozioni
Il cane prova emozioni... parte 2!

Parassiti interni in micio&fido
Parassiti interni in micio&fido... parte 2!
Educatore cinofilo: chi è e come lavora?
Premietti al formaggio: biscotti per cani di Casa Dolce Tana
Schnauzer gigante: un adorabile gigante
Qual è il cane giusto per me?