L’età ideale di adozione per un cucciolo corrisponde alle otto/dieci settimane di vita, non prima! Dalla nascita fino a circa 14 giorni la vita del cucciolo dipende interamente dalla madre non essendo in grado da solo di mantenere la temperatura corporea e nemmeno di espletare i bisogni fisiologici.

Dalle terza settimana i cuccioli iniziano a interagire fra loro ed è fondamentale non separare la cucciolata in questo periodo, pena gravi conseguenze sul comportamento. Le adozioni precoci possono predisporre l’insorgenza di problemi di comportamento. E’ quindi fondamentale che il cucciolo stia con madre e fratelli durante i primi due mesi di vita perché solo così avrà modo di imparare tutti quei comportamenti fondamentali che risulteranno molto difficili da apprendere in seguito. Comportamenti quali l’inibizione del morso, cioè la consapevolezza della potenza del suo morso e la calma e l’autocontrollo. Se questo non accade potrebbero diventare adulti iperattivi e difficili da gestire da parte dei futuri proprietari.

Cuccioli allontanati dai fratelli troppo presto, da adulti, possono avere problemi di socializzazione con gli altri cani tanto da risultare troppo orientati verso le persone e con difficoltà a “giocare” con altri cani.

Se avete deciso di adottare un cucciolo aspettate quindi che abbia compiuto almeno 60 giorni prima di portarlo a casa!

Un adozione precoce risulta quindi destabilizzante per il cucciolo proprio nel momento in cui ne ha più bisogno negandogli la possibilità di conoscere i conspecifici in modo adeguato, lo predispone alla manifestazione di forme di paura e aggressività da paura, in risposta a stimoli a lui non noti o comunque riconosciuti come potenzialmente pericolosi.
Così come le adozioni tardive provenienti da allevatori che non provvedono, dal terzo mese di vita in poi, a una corretta socializzazione ambientale possono portare il cane a sviluppare facilmente disturbi del comportamento, quali: paure, fobie, ansia e aggressività.

a cura di Silvia Giudici educatore cinofilo - Wedding Dog Service – http://www.weddingdogservice.it/

I metodi educativi: metodologia gentile e addestramento tradizionale.
Come evitare che il cane faccia la pipì in casa
Il progetto Bambility
Insegnare ai bambini il comportamento corretto in presenza degli amici a 4 zampe