Potrei cominciare così: C’era una volta… c’era una volta il lupo e c’era una volta l’uomo primitivo… due specie sotto moltissimi punti di vista completamente diverse. Il lupo, Canis lupus, un cacciatore puro, uno stratega vero e proprio, un animale di branco a tutti gli effetti. "La forza del lupo è

nel branco e la forza del branco è nel lupo", scriveva Kipling. L’uomo, Homo sapiens, un geniale bipede mammifero anch’esso, all’inizio dei tempi cacciatore-raccoglitore. Entrambe le specie opportuniste ed adattabili, entrambe in espansione continua alla ricerca di territori di caccia. Entrambe, soprattutto, ed ecco la vera, fondamentale somiglianza, altamente sociali.

Non sappiamo esattamente dove e non sappiamo esattamente quando, ma ad un certo punto la pista dell’uomo e quella del lupo si sovrapposero a tal punto che divennero una, solo che quando le due piste si separarono nuovamente, a fianco dell’uomo restò il cane, Canis lupus familiaris.

Da quel momento in poi la nostra specie acquisì un’arma vincente ed infatti le altre specie di ominidi scomparvero, si estinsero. Noi non eravamo più soli. Avevamo occhi che vedevano nel buio, zampe che non facevano rumore, un naso capace di sentire il nemico o una preda assolutamente infallibile, denti scintillanti capaci di difenderci fino alla morte. Avevamo il cane.

E lo abbiamo ancora. E allora non dobbiamo dimenticare l’antico patto di reciproca alleanza, patto che da sempre viene calpestato dall’uomo. Quando abbandoniamo un cane, quando lo maltrattiamo, quando non rispettiamo la sua natura e lo trattiamo come un bambino, quando lo usiamo come Status symbol o raffigurazione esteriore di quello che vorremmo essere e non siamo, quando creiamo razze ipertipiche con tratti morfologici che gli rendono impossibile una vita normale, quando lo usiamo come sfogatoio emotivo per poi dimenticarci di lui appena le cose tornano normali, noi calpestiamo quel patto.

E sempre citando Kipling vorrei concludere così: ”Quando l’Uomo si svegliò disse: Che ci fa qui Cane Selvaggio? E la Donna rispose: Da ora in poi non si chiamerà più Cane Selvaggio ma Primo Amico e sarà nostro amico per sempre, e sempre, e sempre.”

 a cura di Daniela Castellani educatore cinofilo - Centro Cinofilo Lupo Nero - http://www.centrocinofiloluponero.com/