Con il termine “nosework” si intendono le attività di fiuto e comprendono i cosiddetti “giochi di fiuto”. Questi hanno lo scopo di migliorare l’uso dell’olfatto nel cane, al fine di utilizzare questa incredibile capacità per cercare un oggetto nascosto o un particolare odore.
A tutti noi sarà capitato di lanciare un legnetto in un prato e scoprire che il nostro cane torna da noi proprio con quel legnetto che abbiamo tenuto in mano, magari anche solo per qualche secondo.
Perchè è importante fare attività di fiuto con il nostro cane? Perchè i vantaggi di quest'attività sono molteplici: per prima cosa, fiutare per trovare qualcosa, porta al raggiungimento, da parte del cane, di un livello di attivazione emozionale adeguato migliorando la capacità di concentrarsi. Infatti se il cane è troppo eccitato non riuscirà a mantenere una traccia olfattiva per molto tempo; questo esercizio quindi, oltre ad essere un'attività gradita a molti cani, è molto utile per quei soggetti che tendono ad essere eccessivamente agitati.
Il nosework è un divertimento che si può fare ovunque, in casa o al parco, non necessita di attrezzatura se non qualche bocconcino e un gioco che piace al cane.
Un altro beneficio è l'opportunità di proporre al cane giochi che attivano la sua mente e non solo il fisico, cioè stimolano la riflessione, la concentrazione e la risoluzione dei problemi.
La ricerca olfattiva è un esercizio indicato per i soggetti timidi e paurosi perchè rafforza l’autostima e l’autoefficacia del cane.

Le varie razze di cani sono state selezionate dall’uomo per compiere dei lavori utili, come la caccia o la conduzione delle greggi e, le attività olfattive vanno a ricalcare proprio l'attitudine del cane a collaborare con l'uomo, a perlustrare un ambiente e a cercare qualcosa (ricordiamoci che i mammiferi trascorrono la maggior parte della loro giornata a cercare cibo, cosa che al giorno d'oggi i nostri cani non fanno più, quindi tutta energia che accumulano). Pertanto, proporre questi giochi al nostro cane migliora la fiducia e la collaborazione rafforzando il legame con loro.

In pratica quali sono questi giochi?
Iniziamo da uno semplice, così il cane impara le regole del gioco.
Si chiama “Cercare bocconcini”:
si fa all'aperto, andiamo in un prato, teniamo il cane legato e facciamogli vedere che buttiamo a terra dei pezzetti di cibo (es wurstel o formaggio), il cane sarà propenso a cercarli, lasciamolo fare, lodandolo. Dopo qualche volta che lo faremo diciamogli “cerca”, in questo modo imparerà una nuova parola associandola a un'attività piacevole, allenando anche la memoria.

Un gioco di fiuto che possiamo fare in casa e più difficile è quello di “Cercare un oggetto”:
prendiamo un oggetto interessante per il cane, che gli piaccia molto tenere in bocca, una specie di “tesoro” da cercare e trovare. All'inizio non è importante che lo riporti ma che vada a cercarlo usando l'olfatto.
Mettiamoci in una stanza e facciamo cadere l'oggetto a poca distanza da noi e quando lo va a prendere lodiamolo e se ve lo riporta potete giocarci.
Uno step più difficile sarà di lanciare l'oggetto un po' più lontano e che cada diero qualcosa fuori dalla vista del cane, lasciando sempre al cane la possibilità di vedere dove cade più o meno e lasciamo che il cane lo vada a cercare. Dopo 2-3 volte diamogli il segnale di “cerca” dell'oggetto e in uno step successivo nascondiamo l'oggetto in una stanza dove non c'è il cane.
Da questo semplice gioco si possono aumentare le difficoltà fino a farlo al parco, dove ci sono molte distrazioni e tanti odori.

a cura di Barbara Buffelè educatore cinofilo - Branco Misto - http://www.brancomistoasd.com/

Il giardino non basta: bisogna farli uscire per evitare problemi comportamentali

Il cane e il branco misto in dolce attesa

Alimentazione del cane: etichette a confronto per scegliere un mangime di qualità

Senza guinzaglio!