Il concetto dei giochi di attività mentale o problem solving è quello di presentare al cane dei piccoli problemi che deve riuscire a risolvere in modo autonomo e rilassato.

Questo tipo di attività rende il cane più intelligente, nel senso che si riesce ad adattare meglio all’ambiente che lo circonda e quindi ad affrontare in maniera più rilassata e autonoma delle piccole situazioni che si possono presentare durante la vita quotidiana.

I giochi di attivazione mentale, oltre che allenare la mente del cane, lo aiutano a concentrarsi su un unico obbiettivo e quindi a sviluppare attenzione e lavorare anche sull’autocontrollo perché per risolvere il problema il cane deve essere tranquillo e non farsi prendere dall’eccitazione o dall’ansia.

Ovviamente anche queste attività devono essere impostate come gioco e non ci devono essere delle pressioni nel far risolvere il problema al cane perché ogni esperienza, per il cane, deve essere positiva.

Per fare questo tipo di attività ci sono delle regole da rispettare e sono le seguenti.

1 I giochi di attività mentale devono essere proposti al cane con un livello di difficoltà basso quindi con la riuscita sicura del cane e solo gradualmente, quando il cane diventa più esperto e ha capito il meccanismo, possiamo aumentare la difficoltà

2 Il cane deve lavorare in un ambiente tranquillo e con oggetti da cui non sia preoccupato

3 Se notiamo che il cane è in difficoltà di fronte al problema che gli proponiamo dobbiamo diminuire le difficoltà e riproporgli il problema in modalità più semplice: questo aumenta la motivazione del cane e la sua autostima. Potremo provare ad aumentare il livello di difficoltà in una seduta successiva.

4 Questi giochi vanno fatti massimo 3 volte a settimana: non si deve affaticare il cane perché pensare affatica e produce stress

5 Ogni volta che il cane riesce nel compito bisogna gratificare il peloso ed essere una parte presente in questa attività supportando il proprio cane.

Queste sono le regole fondamentali per impostare delle buone attività mentali, vediamo qualche esempio! Un gioco di attività mentale molto semplice che si può fare in casa e con una difficoltà bassa è il seguente: prendiamo un rotolo di cartoncino, ci mettiamo dentro qualche bocconcino e chiudiamo le estremità. Alcuni cani si divertiranno a cercare e mangiare i bocconcini, altri, come il Beagle, si divertiranno anche a distruggerlo.

Se vogliamo aumentare il livello di difficoltà andiamo ad inserire questo cartoncino dentro un altro tubo più grande, in modo da impegnare maggiormente il cane.

a cura di Elena Rossi educatore cinofilo - I like free dogs – http://www.elenarossieducatorecinofilo.com/

Il metodo gentile
La comunicazione del cane
Fiori di Bach per cani
I cinque sensi del cane
L'importanza del gioco
Grande o piccolo ma sempre molossoide!
La dermatite atopica o allergica nel cane