In estate, è piacevole passare più tempo all’aria aperta. Possiamo rendere estremamente preziosi questi momenti, ancora meglio se li passiamo insieme ai nostri cani. Infatti, tutta la famiglia e soprattutto i bambini, possono coinvolgere il nostro amico a 4 zampe in giochi e attività molto divertenti.

Facendo attività con noi, il nostro cane soddisferà il bisogno di stare insieme alla sua famiglia, si divertirà e la passeggiata sarà l'occasione per proporre al cane giochi non solo fisici, ma di riflessione, calma e ingegno!

Ogni gioco che proponiamo ha un valore educativo, va cioè ad insegnare qualcosa al cane fornendo competenze e arricchendo il suo bagaglio esperienziale.

Ad esempio, un gioco molto movimentato può essere quello che chiamiamo “Prendimi!!”: si svolge in un prato con il cane senza guinzaglio e consiste nel chiamarlo verso di noi correndo intanto nella direzione opposta a quella del cane; quando si avvicina a noi gli diciamo bravo manifestando nello stesso tempo felicità proprio perché è venuto.

A questo punto, il gioco si ripete con un’ altra persona o componente della famiglia.

Il cane ci segue perché stimolato dal nostro movimento e, soprattutto, perché viene gratificato al ricongiungimento con i vari componenti della sua famiglia.

Questa attività migliora il richiamo del cane proprio perché viene premiato quanto “ci prende”. Inoltre stimola il naturale desiderio di ricongiungersi al proprietario.

Un altro gioco da fare nei parchi è il “Nascondino”:

Possiamo farlo sia con il cane al guinzaglio che libero. Facciamo tenere il cane da una persona mentre andiamo a nasconderci a una decina di metri dietro a un albero o un cespuglio. Per le prime volte, il cane dovrà vedere dove andiamo. La persona nascosta chiama il cane e lo premierà quando arriva. Quando il cane sarà più sicuro nell’esercizio, possiamo aumentare la distanza del nascondiglio e non chiamiamo più il cane, in questo caso sarà la persona che tiene il cane a dare il segnale di cercarci. Se siamo da soli andiamo a nasconderci quando il cane è distratto o si è allontanato troppo da noi.

Questa è un'attività che ci può dire molto sul legame che ha il cane con noi. Se ha un legame di attaccamento equilibrato, la nostra ricerca lo divertirà e lo farà stare maggiormente attento a dove andiamo, perché improvvisamente potremmo sparire. Al contrario un cane che, mentre è tenuto dalla persona, piange, tira il guinzaglio, si dispera e quando arriva dal familiare nascosto fa delle feste esagerate potrebbe essere in uno stato di ansia che manifesta proprio quando il proprietario si allontana.

Un ultimo gioco, si chiama la “Palestra con il corpo”: letteralmente significa usare il proprio corpo come ostacolo da far superare al cane. Il tutto deve avvenire con movimenti lenti del cane e con calma, al fine di migliorare la propriocezione e la concentrazione del nostro amico a 4 zampe.

Un primo esercizio è quello di far sedere le persone a terra, una a fianco dell'altra e allungare le gambe in avanti. Una persona porterà il cane vicino ad esse, mettendo dei bocconcini di cibo in mezzo alle gambe dei partecipanti, a terra, cosi che si formi un percorso ad ostacoli che il cane dovrà passare.

Quando ci sono tante persone si può fare anche il tunnel: le persone si mettono in fila indiana con le gambe divaricate (in piedi) mentre il proprietario conduce il cane sotto di loro. A seconda se il cane è più o meno timido le persone possono aumentare o diminuire lo spazio fra di loro.

Un altro tipo di tunnel è quello fatto con le persone messe una di fronte all'altra che si tengono x mano e sotto passa il cane.

La palestra con il corpo è un gioco calmante, perché per poter cercare i bocconi per terra, annusando, il cane deve abbassare il suo livello di eccitazione, rispetto agli altri giochi proposti e concentrarsi su ciò che gli chiediamo. È un'attività cognitivamente stancante.

La fantasia non ha limiti e si possono creare altri ostacoli con il nostro corpo e creare così vari percorsi “umani”

Questi giochi sono un modo divertente per far giocare con noi il cane senza bisogno di strutture da comprare dove gli ingredienti principali siamo noi, l'entusiasmo e un pizzico di fantasia!

a cura di Barbara Buffelè educatore cinofilo - Branco Misto - http://www.brancomistoasd.com/

Cane... con calma!
L'attività ludica nel cane
Passeggiate educative con la pettorina
Il miglior amico dell’uomo? Siamo noi a doverlo educare!
Di cosa ha bisogno il cane per essere felice ed educato
L'adulto si vede da cucciolo