A quanti di voi è capitato di dover salire una scala in ferro e il cane non ne vuole sapere?
Beh, io ho risolto questo problema con la MobilityDog, un'attività che rafforza l'autostima e la

concentrazione del cane e la relazione e comunicazione con il padrone! "C'è un ostacolo? Ok lo superiamo insieme!": questa è la filosofia di questa disciplina!
È adatta a tutti i cani, indipendentemente da età e razza ma anche a tutti i conduttori siano loro bimbi o anziani. È un percorso ad ostacoli, non solo i classici come il salto, la passerella, la bascula e lo slalom, si cammina su una lastra di plastica ondulata che fa molto rumore, nelle gomme, sopra e sotto le panchine.
È bene fare questi primi passi seguiti da un educatore che farà scoprire un mondo nuovo e farà capire che in ogni posto puoi fare MobilityDog, in paese salendo sul bordo di una fontana, in città camminando sulle grate dei sotterranei, in un bosco salendo sui tronchi appena tagliati e magari dal veterinario in sala d'attesa facendo passare il cane sotto le sedie...
Questa disciplina è nata negli anni '90 in Svizzera ma si è diffusa immediatamente in tutta Europa, perché le sue tecniche sono efficaci, divertenti e per nulla stressanti.
Quindi perché non provarle? Insomma qualsiasi ostacolo può essere superato dal cane se lo abituiamo fin da piccolo a concentrarsi e fidarsi delle proprie capacità nonché di noi! Esistono perfino delle gare NON agonistiche in cui si presentano 15/18 ostacoli e si ha circa 1 minuto a esercizio, si possono usare i bocconcini come premio e il percorso è creato per non recare stress al cane o al conduttore.

Ilaria Grandis - Esperto cinofilo SocialDog www.socialdog.it 

Attenzione al colpo di calore!