Nella nostra vita insegniamo al cane diverse parole: seduto, terra, zampa, ecc, ecc.

Il cane con più o meno voglia (nel secondo caso facciamoci anche qualche domanda) sente la parola e esegue l’azione che gli è stata insegnata.

Ci sono molti buoni motivi per educare il proprio cane attraverso il gioco, o meglio, non c'è nessun buon motivo per non farlo!
Il gioco per il cane è divertente, appagante e in più c'è la collaborazione con voi: il cane è un animale sociale e

Spesso approdano presso il nostro centro cinofilo famiglie con cuccioli o cuccioloni che, a volte anche dopo alcuni pregressi tentativi di educazione, esordiscono con una emblematica premessa: “Il mio cane è bravissimo, però…”.

L’argomento è delicato e interessa tutti noi che quotidianamente portiamo a spasso il nostro cane: stiamo camminando pacifici per i fatti nostri, quando ecco spuntare da dietro l’angolo un altro umano con cane al seguito (...o viceversa). Il nostro cane si è già allertato, l’incontro pare inevitabile: cosa si fa?

Il lavoro di educazione del cane svolto da Casa Dolce Tana si basa sull’Approccio Cognitivo Zooantropologico.
La figura dell’Educatore Cinofilo si propone di aiutare il cane a sviluppare in modo armonioso ed equilibrato tutti gli aspetti mentali che lo rendono tale, tenendo conto delle diverse fasi di sviluppo e delle caratteristiche di razza che lo porteranno a fare delle scelte specifiche di 

Passeggiare con il nostro cane è un’azione quotidiana, ed è fondamentale pertanto utilizzare gli strumenti adatti, al fine di mettere a proprio agio sia il cane che il proprietario per rendere la passeggiata un momento estremamente piacevole da condividere con il nostro amico a 4 zampe.