Che differenza c'è fra un educatore cinofilo e un addestratore? Ecco qui qualche consiglio grazie al quale potrete scegliere a chi affidare il vostro cane... (e anche voi)!
L’educatore si preoccupa di far sviluppare tutte le competenze del cane, sia fisiche sia mentali, così da renderlo in grado di vivere nel contesto urbano senza problemi.
Gli strumenti utilizzati dall’Educatore Cinofilo sono la  pettorina ad H e un guinzaglio da 2 mt, oltre a molti giochi interattivi e di problem solving per cani.
Solitamente lavora presso il domicilio del cliente, sia in casa sia al parco e dove solitamente il cane va a passeggio.
Inoltre i migliori Educatori Cinofili propongono anche lezioni presso il proprio campo sia per insegnare una disciplina (mobility, clicker, obedience ecc..) sia per fare socializzazione con altri cani.
L’educatore non limita il suo compito a far apprendere dei comandi ma lavora in modo profondo sulla relazione tra cane e proprietario, per creare le basi di una relazione serena ed equilibrata.
L’educatore spesso non educa il cane, ma il proprietario: i proprietari, accreditandosi agli occhi del cane, saranno in grado di insegnarli molti utili comportamenti, ma non solo, gli insegneranno ad essere equilibrato e socievole, per poter vivere serenamente la vita quotidiana!
Il fine dell’educazione è quindi quello di avere un cane felice e soddisfatto, sviluppando appieno la sua capacità di autocontrollo, di collaborazione e di iniziativa.

L’addestratore cinofilo invece lavora solitamente in un campo, presso cui dovete recarvi insieme al vostro cane per fare lezione. Incentiva spesso l’utilizzo di un collare invece della pettorina e di un guinzaglio corto (1 mt. circa).
Di solito è specializzato in utilità e difesa ed insegna discipline sportive quali, ad esempio, l’agility o l’obedience.
E’ anche quella figura professionale che lavora accanto alle forze dell’ordine per istruire cani antimine, antidroga e anche cani per non vedenti. In definitiva, addestrare un cane significa “renderlo capace” di svolgere determinati compiti, mentre educare un cane vuol dire “tirare fuori” le capacità innate del cane per insegnarli a comportarsi nel modo corretto nella vita di tutti i giorni.
   
a cura di Elena Padovani educatore cinofilo di http://www.casadolcetana.it/

Il cane prova emozioni
Il cane prova emozioni... parte 2!
Parassiti interni in micio&fido
Parassiti interni in micio&fido... parte 2!
Educatore cinofilo: chi è e come lavora?
Premietti al formaggio: biscotti per cani di Casa Dolce Tana
Schnauzer gigante: un adorabile gigante
Qual è il cane giusto per me?