Ci sono molti buoni motivi per educare il proprio cane attraverso il gioco, o meglio, non c'è nessun buon motivo per non farlo!
Il gioco per il cane è divertente, appagante e in più c'è la collaborazione con voi: il cane è un animale sociale e

questa condivisione sarà molto gradita, sarà felice di fare quello che gli chiedete e in questo modo migliorerà il suo apprendimento e il rapporto con voi. Attraverso il gioco le vostre richieste saranno accettate più facilmente perché il peloso sarà del tutto privo di ansie e, inoltre, questo tenderà a motivarlo sempre di più nel lavorare con voi.
Se gli proponiamo dei comportamenti da imparare e nozioni di educazione sotto forma di gioco, con associazioni positive, in ambienti tranquilli, il cane sarà a proprio agio e tenderà a ricordare e riproporre molto meglio il comportamento. Oltre a creare un’associazione piacevole nel cane, si migliora la qualità del rapporto fra cane e proprietario, essendo l'allenamento divertente per entrambi. Proprio il contrario di quello che accade quando le nozioni vengono trasmesse in un ambiente noioso e non rilassato, dove il cane non è a proprio agio!

Una delle cose principali per creare un ambiente sereno consiste nell'essere rilassati e calmi quando lavoriamo con il cane e anche se il cane sbaglia nel momento di apprendimento non dobbiamo mettergli pressione o perdere il controllo: dobbiamo, invece, cercare di diminuire le difficoltà e rispettare i suoi tempi… ogni cane ha un tempo differente e per capire questo “tempo” dobbiamo osservare il nostro cane mentre lavoriamo con lui: dobbiamo fargli capire che non c'è fretta e che è libero di esprimere il suo stato emotivo e le sue difficoltà. In questo modo il quattro zampe non si sentirà frustrato dalla non riuscita e ci riproverà in modo molto naturale e tranquillo.

Cosa fondamentale da ricordare è di non lavorare tutti i giorni con sedute lunghe, questo perché: 1) provocate affaticamento al cane, che ha bisogno di recuperare le energie perse nella seduta di educazione, perché fa molta fatica sia mentale sia fisica durante ogni singola seduta; 2) gli si provoca stress che abbassa la qualità dell’apprendimento; 3) il cane ha bisogno anche di metabolizzare quello che ha imparato, quindi un sovraccarico di informazioni non farà bene all’apprendimento di un nuovo comportamento.

In sintesi le regole per avere un buona sessione di lavoro sono:

- impostare sempre il lavoro con il cane in modo sereno e divertente
- usare sempre metodologie gentili
- le sedute di apprendimento devono avvenire in posti tranquilli
- il cane non deve essere affaticato ma deve essere attivo e collaborativo, se questo non avviene la seduta andrebbe rimandata
- le sedute di lavoro non devono essere pesanti: se il cane è in difficoltà le sedute vanno diminuite o va diminuito il grado di difficoltà (questa è un’informazione che il cane trasmette)
- appena si notano dei segnali di stanchezza, interrompere il tutto sempre in modo positivo e portare il cane a fare una bella passeggiata rilassante;
- insegnare una parte del comportamento per volta, rispettando i tempi del cane
- non avere fretta
- mantenere autocontrollo e la calma anche se il cane sbaglia o non vi propone subito quello che gli chiedete
- occorre del cibo molto appetibile da usare come rinforzo non e' indicato il cibo che viene usato regolarmente per il pasto.

Qual è la regola alla base di ogni attività con il vostro cane? Ascoltare sempre il vostro cane ed aiutarlo dove occorre!

Se rispetterete queste piccole e semplici regole, il lavoro con il vostro cane sarà molto divertente e sereno per entrambi!
Buona lezione!

a cura di Elena Rossi educatore cinofilo - I like free dogs – http://www.elenarossieducatorecinofilo.com/

Il metodo gentile
La comunicazione del cane
Fiori di Bach per cani
I cinque sensi del cane
L'importanza del gioco
Grande o piccolo ma sempre molossoide!
La dermatite atopica o allergica nel cane