Al nostro cane manca solo la parola? Io direi no, al massimo a noi manca "l'udito": non siamo sordi, ma non siamo capaci o non vogliamo impegnarci ad ascoltare e a capire perché, fidatevi, il cane parla eccome, ma invece di usare la parola usa il muso, la lingua, gli occhi, la testa, la coda e perfino lo spazio... quindi sta a noi iniziare a comprenderli! I pelosi con noi lo fanno tutti i giorni... e allora perché non provarci anche noi?

Tipica frase fatta: "quando il cane scodinzola è felice!" Ma chi te lo ha detto? Non è sempre così, può scodinzolare per fino per rabbia...
Oppure: "se mostra i denti sono  cavoli amari, vuole mordere!" Ma che stai dicendo? Magari sta solo giocando! Quindi è bene non prestare attenzione ad un singolo particolare ma a tutto l'insieme.
Per esempio, due cani prima di giocare se lo dicono con sguardi e posture, come l'inchino al gioco: se il primo lo fa e l'altro accetta, entrambi sanno che da quel momento in poi ogni abbaio, ringhio, zampata e morso è dato puramente per "finta".
Vi è mai capitato di sgridare il vostro cane e lui gira la faccia dall'altra parte o si lecca il naso? Vi sta mandando segnali calmanti per dirvi che ha capito, quindi basta urlare!

Per quanto riguarda lo spazio, si intende la distanza nella quale il cane si sente a proprio agio; prendiamo un cane pauroso al guinzaglio, se un estraneo si avvicina, lui non ha la possibilità di allontanarsi quindi inizierà a mettere la coda fra le gambe, leccarsi il naso, abbassare le orecchie, perfino indietreggiare se gli sarà possibile, ma se l'estraneo continuerà ad invadere il suo spazio e arriverà addirittura a toccarlo, lui potrebbe mordere... questo non significa che sia un cane pericoloso, ma che lo sconosciuto e il proprietario non hanno capito i suoi segnali.
È a mio parere obbligatorio conoscere il proprio cane in tutte le situazioni. I cani capiscono che siamo umani e un po' impediti nel "parlare il canese", quindi spesso
passano sopra alla nostra invadenza, ma perché fare una cosa che a lui può dare fastidio, quando al giorno d'oggi ci sono tanti educatori cinofili e veterinari comportamentalisti in grado di aiutarci a comprendere meglio il nostro amico peloso? Possiamo chiedere aiuto proprio a loro!

a cura di Ilaria Grandis - Esperto cinofilo SocialDog www.socialdog.it