Questo significa avere un cane che non salta addosso alle persone, non ti trascina se nota qualcosa di più interessante, è capace di stare tranquillo e seduto se stai
chiacchierando e, perché no, anche se sei al bar! Questo accade quando si ha alle spalle una buona educazione e un buon educatore cinofilo. Il cane fin da piccolo va abituato a stare tranquillo in ogni situazione, quindi va fatto socializzare, portato in posti pubblici e anche nei locali che, grazie alle nuove leggi, sono sempre di più a permettere l'ingresso accompagnati dal nostro fedele amico a 4 zampe: l'importante è seguire determinate regole quali raccogliere le feci, avere un guinzaglio non superiore a 1,5 metri, avere a portata di mano la museruola da indossare in caso di pericolo o richiesta dal proprietario del locale o dalle forze dell'ordine.
Dobbiamo purtroppo fare una piccola differenza di taglia: il cane di taglia piccola è ben accetto in moltissimi ristoranti e alberghi, ma se il cane è di taglia grande o addirittura gigante la storia cambia; su questo particolare aspetto siamo ancora un po' indietro, ma confido nel cambiamento, che può avvenire solo se sempre più cani e proprietari sanno dimostrarsi educati e socievoli.
Un aiutino è sicuramente quello di portare con sé (almeno per i primi tempi) i bocconcini preferiti del nostro peloso e premiarlo ogni qualvolta stia tranquillo al nostro fianco, sia in passeggiata che seduti per bere un caffè e la nostra abilità consiste anche nel distrarlo, se attratto da un altro cane.

a cura di Ilaria Grandis - Esperto cinofilo SocialDog www.socialdog.it