I pensieri, sbagliati, più comuni sui cani (seconda parte)
Ricordiamo il significato della paola "padrone" che deriva dal latino patronus e significa protettore, difensore, prendersi cura.

Il cane è un essere vivente di cui il Padrone è responsabile, non è un oggetto.
Proseguiamo nel nostro scopo di fare chiarezza e spiegare alcuni luoghi comuni.

 

1 - IL CANE ADULTO NON PUO’ PIU’ IMPARARE (FALSO) tutti i cani di qualsiasi età possono apprendere e imparare cose nuove.

2 - PRENDO IL CUCCIOLO PERCHE’ COSI’ CRESCE COME VOGLIO IO (NON E’ COSI’ SEMPLICE) Quando si decide di prendere un cucciolo bisogna essere consapevoli dell’impegno e del tempo che richiede, bisogna accettare i”fastidi” che ci sono nel suo percorso di crescita. Sporca in casa, ha sempre voglia di giocare, rosicchia di tutto, “ruba” le calze, mangia le scarpe, soprattutto le nostre adorate ciabatte, fa buche in giardino. Il cucciolo è un foglio bianco su cui noi andiamo a scrivere la storia. Nel momento in cui non abbiamo voglia e/o non abbiamo tempo di occuparci di lui, c’è il rischio che il cucciolo cresca senza le dovute attenzioni e quindi da adulto è probabile si presentino dei problemi di gestione. Purtroppo la nostra non curanza ricade sempre sul cane che spesso viene additato come “ingestibile”, “testone”….

3 - PRENDO IL CUCCIOLO PERCHE’ HO UN BIMBO PICCOLO E CRESCONO ASSIEME (BISOGNA STARE MOLTO ATTENTI) per il discorso di prima, che il cucciolo ha bisogno di tante attenzioni e tempo per imparare tutto, è sconsigliato.

4 - HO UN GIARDINO BELLO GRANDE TUTTO PER IL CANE (E’ UN CANE TRISTE) Ti ritrovi il cane che sta sempre sotto il portico vicino all’entrata di casa (dopo aver distrutto il giardino, buche, mangiato fiori). Semplicemente perché il cane è un animale sociale e quindi sente il bisogno di far parte della famiglia, un cane relegato in giardino senza la possibilità di condividere spazi ed esperienze con gli altri membri della famiglia è un cane che non soddisfa un bisogno primario, quello dell’appartenenza a un gruppo.

5 - HO UN BEL GIARDINO GRANDE QUINDI NON SERVE CHE FACCIAMO PASSEGGIATE Per il cane un giardino, per quanto grande sia, è solamente un recinto più grande della casa. La passeggiata ha lo scopo di far conoscere il mondo al cane, se fatta con senso può sfogare le energie in eccesso del cane (quando corre come un pazzo da una recinzione all’altra, in realtà si eccita solo di più). Fare nuove esperienze positive con il proprio cane rafforza il legale e la relazione.

6 - HO UNA CASA PICCOLA PRENDO IL CANE PICCOLO, HO UNA CASA GRANDE PRENDO IL CANE GRANDE dipende dalle esigenze del cane andremo a scegliere, cani piccoli come il jack russel, i beagle, sono terremoti e hanno bisogno di fare molta attività.

a cura di Cristiana Zanella educatore cinofilo - Pec, Progetto Educativo Cinofilo – http://www.associazionepec.com/

Perché affidarsi ad un educatore cinofilo?
Come scegliere un educatore cinofilo?
Miti e leggende da sfatare... parte prima!