I pensieri, sbagliati, più comuni sui cani:

Lo sapete che il significato della parola "padrone" deriva dal latino patronus e significa protettore, difensore, prendersi cura?

Capita spesso che i vicini di casa, il collega, l’amico dell’amico sappiano un sacco di cose (sbagliate) sui cani. Tutti parlano, tutti sanno, ed è il caso di fare un po’ di chiarezza e spiegare alcuni luoghi comuni.

1 - TENDERE LA MANO VERSO IL CANE PER FARSI CONOSCERE (MEGLIO NON FARLO) nel rispetto del cane. Prima di tutto si chiede al padrone se è possibile avvicinarsi al cane e poi chiederlo al cane stesso. Come? Stando in piedi di fianco a lui, permettendogli di annusarvi per prendere le informazioni e poi, se il cane vuole, si tranquillizza e si avvicina.

2 - IL CANE SCODINZOLA QUINDI È CONTENTO (NON SEMPRE). Il cane non scodinzola solo quando è felice, ma anche quando è agitato e nervoso. Bisogna osservare prima di tutto il contesto e poi la postura del corpo. Se ha i muscoli in tensione o rilassati, la testa, la bocca e gli occhi.

3 - METTERE IL MUSO DEL CANE NELLA SUA PIPI' (NON SERVE). Si deve distinguere se a fare la pipi è un cucciolo oppure un cane adulto. Capita spesso che si porti fuori il cucciolo magari anche per un'ora e niente, non la fa! Quando arriva a casa, un lago! Il cucciolo fa la pipì in casa perché per lui è il luogo più sicuro, dove può rilassarsi. Nel cane adulto invece è sintomo di disagio o di problemi di salute. Mettergli il muso nella pipì è una mancanza di rispetto nei suoi confronti.

4 - QUANDO NON CI SONO FA APPOSTA A FARE DISASTRI IN CASA e/o SPORCA. È legato a un disagio (si annoia, non sa cosa fare, è in ansia perché non ci siamo, ecc.), NON LO FA APPOSTA PER FARCI UN DISPETTO. Questa affermazione è solo una banale scusa per non voler vedere oltre…

5 - IL TARTUFO (NASO) SECCO INDICA MALATTIA. Una leggenda metropolitana che però ha un’origine ben precisa. Nei tempi i cui il cimurro era molto diffuso, il primo sintomo immediatamente riconoscibile dal proprietario era il tartufo secco e screpolato. Ecco dunque che, automaticamente all’epoca, qualsiasi cane con tartufo secco era malato. In realtà il cane può avere il tartufo secco per una miriade di motivi: si diverte a scavare nella terra, dorme con il naso sempre sotto la coda, dorme con il naso appiccicato al termosifone, ha una carenza vitaminica, ecc.

6 - I PITBULL E I ROTTWEILER SONO CANI KILLER. A causa di pessime selezioni ci sono cani di queste razze che mostrano un’aggressività spiccata. Messi in mano a persone inesperte, che non sanno educarli e prive di polso, è ovvio che alla fine ci si ritrovi con dei cani assai aggressivi e ingestibili. La causa è sempre l’uomo.

a cura di Cristiana Zanella educatore cinofilo - Pec, Progetto Educativo Cinofilo – http://www.associazionepec.com/

Perché affidarsi ad un educatore cinofilo?
Come scegliere un educatore cinofilo?