Si parla tantissimo e spesso senza cognizione di causa di pet therapy e già la definizione significa un po' tutto e niente. 
Dobbiamo infatti parlare di:

  • AAT attività assistite da animali,
  • di EAT educazione assistita da animali
  • e infine di TAA terapia assistita da animali.

In tutti e tre i casi l’animale coinvolto deve rispondere a requisiti di un certo livello.

In particolare un cane utilizzato nelle varie attività deve essere stato ampiamente testato in situazioni di tutti i tipi, per avere la certezza di non trovarci inaspettatamente di fronte a qualche sua reazione non prevista.
Per me è inaccettabile una pet therapy fai da te in cui, sotto un velo di buonismo, persone X affiancate da cani Y vengono a contatto con portatori di handicap, bambini, anziani, disabili ecc.

Il cane da pet therapy non è semplicemente il cagnolino di famiglia, non è il cagnone apparentemente bonario che “fa le feste” e allora “si può portare in struttura”, non è il cane sul quale abbiamo scaricato tutte le nostre distorsioni mentali e l’abbiamo così idealizzato in modo da vederlo come una persona che cammina a 4 zampe!
Il cane da pet therapy è un bisturi! E le nostre mani non devono tremare o avere insicurezze quando utilizziamo questo bisturi.

Alcuni dei parametri di valutazione sono:

  • assoluta indifferenza in presenza di altri animali
  • corretto utilizzo della bocca (cioè se un utente offre un bocconcino al cane questo, nel prenderlo, non deve neppure sfiorare con un dente la mano del disabile)
  • nessuna paura o fobia rispetto a oggetti o situazioni (classico esempio l’aspirapolvere industriale utilizzato negli ospedali)
  • nessuna isteria o ipereccitazione in nessun caso
  • esecuzione rapida dei comandi base dati dal conduttore anche in presenza di distrazioni
  • camminata al guinzaglio perfetta
  • soprattutto un cane da pet therapy non deve aver mai, e dico MAI, nella sua vita RINGHIATO verso un essere umano!!!

Come istruttore ufficiale ENCI per cani da Pet-therapy non utilizzerei in nessun caso un cane che abbia in qualsiasi momento della sua vita ringhiato ad una persona, specialmente al suo conduttore.

a cura di Daniela Castellani educatore cinofilo - Centro Cinofilo Lupo Nero - http://www.centrocinofiloluponero.com/ 

Il Cairn Terrier
Il mio Basenji, cane dell'Africa
Lavorare con il cane
Scegliere il cane giusto