Da alcuni anni a questa parte, fortunatamente, il ruolo del cane è cambiato e da semplice animale da lavoro utile per la difesa della casa o delle greggi, è

diventato un vero e proprio animale da compagnia, membro attivo di una famiglia allargata che sempre più spesso, oltre agli individui di specie umana, è composta anche da cani, gatti e altri animali simpatici e degni di amore e considerazione, come conigli, criceti, pesci o piccoli uccelli.

In qualità di membro della famiglia, il cane ha conquistato molti privilegi, primo tra tutti quello di vivere in casa: sono sempre più numerose le famiglie che invece di comprare una cuccia da giardino, regalano al proprio amico a 4 zampe una cuccia accogliente da tenere al calduccio di casa, o, ancora più spesso, che dividono il proprio letto o il proprio divano con i loro animali!

Questa relazione di affetto sicuramente giova alla salute dell’animale, che mangia meglio, vive al caldo, è ben curato e stringe un rapporto più sano con il proprio “branco”, ma comporta anche una maggiore attenzione da parte dei proprietari a quella che è l’igiene casalinga, soprattutto se in casa vivono anche dei bambini, soggetti sicuramente più a rischio di contrarre malattie.

Il cane esce spesso da casa e, a differenza di noi umani, cammina scalzo, con la possibilità di portare più facilmente sporcizia dentro l’abitazione. L’igiene dell’animale e della casa sono quindi due argomenti a cui prestare attenzione, senza però farne un problema di convivenza!

Ecco, quindi, alcuni consigli utili

Quando tornate dalla passeggiata pulite le zampette del cane con un panno inumidito o con dei prodotti naturali che non contengano alcool, derivati del petrolio (come i parabeni), sostanze allergizzanti (come i PEG) o profumi chimici, che potrebbero irritare o danneggiare la pelle provocando secchezza  e a volte dermatite.

Pulite una o più volte al giorno le parti intime del vostro cane con prodotti naturali, così da igienizzare l’animale e rimuovere residui di urina o feci rimaste eventualmente sul suo pelo.

Dopo aver dato la pappa al vostro amico a 4 zampe, potete pulire il suo musetto, sempre con prodotti poco aggressivi, vista anche la presenza nell’area da pulire di naso, bocca ed occhi, organi molto sensibili.

Se necessario, fate un bagnetto al cane con degli shampoo specifici per animali, meglio se con tensioattivi delicati, così da non aggredire troppo pelo e pelle. Lavare l’animale troppo spesso o farlo con prodotti troppo forti, potrebbe causare dei problemi alla sua pelle, per cui è bene fare il bagnetto, ma non troppo frequentemente e meglio se con prodotti naturali e sicuri!

Se avete in casa un cucciolino che non ha ancora imparato a fare i suoi bisogni fuori, non utilizzate prodotti come candeggina per pulire, che potrebbero esaltare l’odore delle deiezioni, spingendo l’animale a continuare a sporcare in casa, ma preferite prodotti appositi, meglio se biodegradabili e con scarsa tossicità, così da non essere pericolosi né per il bambino che toccherà il pavimento né per il vostro cucciolo. Questi prodotti, solitamente, sono in grado di degradare i residui organici e di contenere la crescita di batteri, e di conseguenza igienizzano neutralizzando gli odori del cane piuttosto che coprendoli.

Se il cucciolo o il vostro cane continuano a sporcare in punti ben precisi, igienizzate con prodotti specifici e utilizzate dei disabituanti che, oltre a neutralizzare l’odore di urina e feci così da non indurli a marcare nuovamente quella zona, contengono anche delle sostanze fastidiose, che allontanano l’animale non facendolo riavvicinare a quello specifico posto. Il mercato è ricco di prodotti del genere, preferite sempre quelli naturali che non risultano quindi tossici né per il bambino né per l’animale.

Detto ciò, sia bambino che cucciolo sono dotati di un sistema immunitario, in grado di reagire agli allergeni o agli agenti patogeni, per cui va bene preoccuparsi dell’igiene casalinga, ma senza farne un problema fondamentale!

Da recenti studi si evince infatti che i bambini che vivono a stretto contatto con i cani, sono bambini più felici e sani, che sviluppano meno patologie respiratorie, meno otiti, meno allergie, che hanno bisogno di meno antibiotici e che sono più in forma (meno rischi di obesità) e attivi fisicamente dei bambini che non hanno un cane in casa!

Buona convivenza!

Dott.ssa Paola Zintu
Medico veterinario
Approvato da C.T.S. Union B.I.O.

Una barriera protettiva spesso compromessa: cute e malattie cutanee!
Pulci e zecche, consigli al naturale!