Adottare il cane nel periodo giusto, a circa due mesi di età, non di meno. Informarsi sulle principali caratteristiche di razza (o incrocio) per accertarsi che possa inserirsi al meglio nella nuova famiglia, rispettare i tempi di abituazione del cane alla nuova routine e comprendere quali sono i suoi bisogni, i metodi di comunicazione e di apprendimento.

 

Educare i bambini preparandoli all’arrivo del nuovo compagno di vita, facendo capire loro che il cane va rispettato, accudito ed educato.

E’ opportuno insegnare ai bambini le regole base per una corretta convivenza con l’amico a 4 zampe: non disturbarlo mentre mangia o dorme, parlare con un tono di voce normale, non correre, accarezzarlo lentamente a mano aperta, giocare insieme rispettando i suoi spazi e i suoi oggetti.

Mostrate ai bambini il modo corretto di avvicinarsi ai cani, soprattutto se sono estranei. (Avvicinarsi camminando ed eseguendo una curva, arrivare nei pressi del cane e chiedere sempre il permesso di poterlo accarezzare, far annusare prima la manina per fare amicizia con l’amico a 4 zampe e poi toccarlo lentamente lungo la gola, petto, fianco. Evitare di appoggiare la mano sopra la testa del cane, sulla coda, o sulle zampe).

Il cane di casa conosce la famiglia e instaura un legame affettivo e di fiducia con essa, un cane sconosciuto non può sapere quali sono le intenzioni di un estraneo, quindi un atteggiamento come quello sopradescritto indica intenzioni pacifiche che permettono allo stesso tempo di insegnare ai bambini ad avere un comportamento rispettoso verso tutti i cani.

Insegnate ai bambini ad interpretare correttamente il linguaggio dei cani (vocalizzazioni, mimica facciale, posture), e a riconoscere ed evitare situazioni potenzialmente pericolose.

Ricordate che la presenza di più bambini (per esempio, in occasione di una festa), accompagnata al caos che ne deriva, può arrecare qualche preoccupazione e ansia nel cane. Per evitare di sottoporre l'animale a stress eccessivo, abituatelo gradualmente a stare in un'altra stanza della casa, un luogo tranquillo dove possa rifugiarsi, trovare la cuccia e suoi giochi. È importante che i bambini restino fuori da quella stanza e che invece il proprietario ogni tanto ci entri e interagisca un po’ con il suo cane.

Se il cane si avvicina ai bambini mentre stanno mangiando o giocando, richiamatelo subito e, se vi ubbidisce, premiatelo con qualcosa che a lui piace particolarmente (meglio qualche premietto gustoso e non la sua pappa quotidiana).

Evitate di far avvicinare i bambini al cane quando questi inizia a mandare segnali di stress (si lecca il muso, da le spalle, si gratta, sbadiglia o si scrolla) , oppure quando è in un angolo, cioè in una zona senza via di uscita. (Alcuni cani sono a disagio in alcune situazioni e lo manifestano attraverso determinati comportamenti, è importante conoscere questi segnali al fine di evitare spiacevoli episodi).

Supervisionare sempre attentamente ogni interazione tra i bambini il cane.

E' consigliabile una consulenza pre/post adozione con educatori qualificati.


a cura di Ambra Sartorio educatore cinofilo e tecnico Bambility - Ambra Sartorio Dog Trainer -https://www.facebook.com/profile.php?id=100003719130775&fref=ts


Arriva un bebè, devo dirlo al cane!

Cani e bambini si incontrano

Crescere insieme

Insegnare ai bambini il comportamento corretto in presenza degli amici a 4 zampe

Il progetto Bambility