La sindrome da ipersensibilità e iperattività nel cane, chiamata anche HS-HA, consiste in due tipi di patologie comportamentali che si possono manifestare separatamente, ma generalmente si presentano insieme: ipersensibilità e iperattività.

Vediamo insieme le caratteristiche di queste patologie...

La patologia di ipersensibilità 
si manifesta quando il cane rimane in allerta costante ed esprime reazioni esagerate, anche di fronte a stimoli di bassa intensità.
Un esempio: il cane è sempre in allerta, abbaia ad ogni singolo movimento o rumore, anche in ambito domestico, agitandosi compulsivamente, e manifesta una reazione immediata. Un cane che presenta questo tipo di stato emotivo avrà molte difficoltà a concentrarsi e quindi ad apprendere.

La patologia di iperattività si manifesta nel cane producendo una sequenza comportamentale alterata; in un cane che non presenta questo tipo di patologia la sequenza comportamentale avviene in tre fasi che sono:

  1. percezione dello stimolo: il cane vede l'osso
  2. fase in cui il cane realizza il comportamento: il cane mangia l'osso
  3. fase refrattaria o di arresto, in cui si torna allo stato di calma: il cane è soddisfatto per aver mangiato l'osso e, stanco, va a dormire nella sua cuccia.

Nel cane affetto da iperattività invece non si presenta la 3° fase, ovvero quella di arresto, ma il cane ritorna alla fase 1 e poi alla fase 2 e questo avviene staticamente, senza arresto.

Possiamo riassumere così i comportamenti che indicano questa patologia:

  • il cane non sta mai fermo
  • gioca in continuazione
  • non è capace di avere uno stop di arresto
  • è sempre in ansia
  • emette molti segnali di stress e vocalizzi
  • è distruttivo
  • non dorme o riposa poco
  • è sempre in allerta
  • è sempre distratto
  • mangia con frenesia
  • manifesta comportamenti ossessivi
  • manca di una comunicazione chiara sia con il gruppo familiare che con gli altri cani
  • ha difficoltà a concentrarsi e ad apprendere

I segni clinici di questa sindrome sono evidenti, ma occorre fare una precisazione: non è facile capire se il cane presenti davvero questa patologia o se i comportamenti dipendano da un'errata gestione del peloso nella vita quotidiana.

A volte i cani possono essere iperattivi perché conducono una vita poco soddisfacente dal punto di vista motorio e cognitivo, si ritrovano con un eccesso di energie e con una mancanza di controllo emotivo che non riescono a scaricare nel modo adeguato, e possono manifestare segnali come eccitazione o distruttività.

Se pensate che il vostro cane abbia questo tipo di patologia la cosa da fare è rivolgersi ad un veterinario comportamentalista o ad un educatore cinofilo qualificato, per avere una valutazione e trovare delle soluzioni adatte per aiutarlo!

a cura di Elena Rossi educatore cinofilo - I like free dogs – http://www.elenarossieducatorecinofilo.com/ 

Il metodo gentile
La giardia
La comunicazione del cane
I cinque sensi del cane
L'importanza del gioco


L'enterite è una patologia molto frequente fra i nostri amici pelosi. Tra le principali cause ci sono l'intolleranza alimentare o la poca attenzione dei proprietari

Capita sempre più spesso nelle nostre case che un animale condivida la sua vita con altri animali, anche di specie diversa; a volte sorgono dei problemi se l'animale già membro della famiglia (A) non è sereno ed equilibrato e presenta problemi emotivo/comportamentali che potrebbero intensificarsi con l'arrivo del nuovo compagno (B).

L'osteosarcoma è un tumore purtroppo abbastanza frequente nei cani di taglia grande e gigante e colpisce in particolar modo gli arti anteriori: il peloso comincia a zoppicare in maniera ogni giorno sempre più vistosa, l'arto si gonfia ed è dolente.

In natura esistono tantissimi modi di comunicare, ma sicuramente la comunicazione più affascinante e misteriosa è quella olfattiva, cioè quella che si basa sullo scambio di segnali di tipo chimico.