Mancano davvero pochissimi giorni al Natale e botti e fuochi d'artificio sono sempre più vicini per la grande disperazione dei nostri amici a quattro zampe.

Cani che girano su stessi o si mordono la coda, che insistono nel leccarsi una zampa, nel mordicchiarsi o succhiarsi un fianco, cani che camminano avanti e indietro ripetendo un percorso e un numero di passi invariati o che seguono l'impulso irresistibile di mordersi una zampa fino a sanguinare: a poco serve cercare di distoglierli dall'atto perché in quel momento non sono presenti a se stessi.

Escluse le patologie fisiche, ci sono diverse possibilità da valutare, ma può facilmente trattarsi di disturbi ossessivo compulsivi o stereotipi
Come nella Pica, l'animale vive una situazione infelice che produce un'emozione negativa da cui cerca di uscire come meglio può. Leccare, masticare e succhiare, ad esempio, sono attività che liberano ormoni autogratificanti e tranquillizzanti, le endorfine, e il cane ricorre a questi meccanismi per trovare sollievo, anche se momentaneo.

Ma da che cosa? Può essere frustrazione, ansia, uno stato di stress o sconforto per bisogni naturali non soddisfatti (es. mancanza di relazione/gioco con altri cani, di attività fisica, o altri maltrattamenti) o per l'impossibilità di agire secondo l'attitudine selezionata della propria razza, come il cane da gregge che non può svolgere il compito di astore o quello da slitta che passa gran parte della giornata in casa. 
Comportamenti simili li ritroviamo nelle persone internate che si dondolano avanti e indietro, negli animali rinchiusi in gabbia e negli acquari, che ripetono continuamente lo stesso tragitto nel poco spazio concesso. 

Oltre a migliorare la qualità di vita del cane, arricchendo l'ambiente di stimoli, dedicando più tempo alla relazione e permettendogli di vivere secondo la sua natura, dall'interno i Fiori di Bach lo aiutano a riequilibrare le emozioni negative che spingono al comportamento compulsivo, riportando serenità. 

A cura di Eliana Stefania Caglio BFRP/BFRAP - Consulente in Fiori di Bach per persone ed animali iscritta nel Registro Internazionale della Fondazione Bach https://www.facebook.com/pages/Animali-e-Fiori-di-Bach/417994045020926?fref=ts



Capita sempre più spesso nelle nostre case che un animale condivida la sua vita con altri animali, anche di specie diversa; a volte sorgono dei problemi se l'animale già membro della famiglia (A) non è sereno ed equilibrato e presenta problemi emotivo/comportamentali che potrebbero intensificarsi con l'arrivo del nuovo compagno (B).

  • Problemi da separazione
    I problemi da separazione sono un altro problema assai frequente: quando il cane rimane da solo in casa (o separato fisicamente da uno o più membri della sua famiglia) manifesta l’ansia in tre modi possibili: distruggendo, vocalizzando (piangendo, abbaiando o talvolta ululando) o facendo i bisogni in un luogo non appropriato.

Per comprendere meglio questo ampio argomento, faremo una piccola analisi dei principali problemi comportamentali del cane.
Dall’analisi dei risultati ottenuti in tutto il mondo scaturisce che i comportamenti problematici più frequenti nel cane sono: