Le spighe di alcune graminacee, comunemente chiamate "forasacchi", sono uno dei più insidiosi corpi estranei che possono penetrare pericolosamente in svariati siti anatomici dei cani. Si attaccano saldamente al pelo, perforano la cute per poi spostarsi all’interno dell’organismo. È frequente trovarli tra le dita e nelle orecchie , ma anche nelle regioni inguinali e ascellari dei pelosi.

Nel luogo di ingresso si crea un infezione con tumefazione calda e dolente.

Se il problema è all’orecchio il cane cammina con la testa inclinata dal lato in cui è presente il forasacco, la scuote spesso, si gratta l’orecchio e prova fastidio e dolore. 
Il rischio è che il corpo estraneo prosegua nel suo cammino fino a perforare il timpano. Cosa fare: portare il cane con tempestività dal veterinario, che effettuerà un’ispezione ed eventualmente un’estrazione tramite l’utilizzo di apposite apparecchiature. In caso di soggetti poco collaborativi o che provano molto dolore, potrebbe essere necessaria la sedazione, per la rimozione del corpo estraneo.

Quando un forasacco si insinua nel naso, il cane inizia a starnutire violentemente nel tentativo di espellerlo. Questi satarnuti sono continui e a insorgenza improvvisa e sono dovuti all’irritazione creata dal corpo estraneo. Spesso può esssere presente una fuoriuscita di sangue dalla cavità nasale. 
Se il forasacco dovesse arrivare a livello di trachea e bronchi (cosa che capita più spesso nei cani da caccia quali Pointer, Bracchi e Setter, abituati a correre a bocca aperta) si presenta tosse con espettorato con sangue. Cosa fare: anche in questo caso è necessario recarsi dal veterinario per l’estrazione del corpo estraneo, in sedazione.

Invece i sintomi di corpi estranei nella zampa sono zoppia, leccamento, presenza di tumefazione o fistola a livello degli spazi interdigitali o presenza di ascessi nei luoghi di ingresso dei forasacchi.

La gestione di questi corpi estranei è veramente difficile da trovare, poiché il forasacco si sposta nel corpo dell’animale creando percorsi interni anche lontani dal luogo di ingresso. I forasacchi sono ovunque, anche in città, sono di piccole dimensioni, da uno a tre centimetri o più. È importante quindi prevenire queste eventualità evitando di portare il cane in zone dove sono presenti spighe.
Controllare accuratamente il pelo e tutti gli spazi interdigitali, ascellari e inguinali dopo ogni passeggiata; spazzolare il cane frequentemente e, per il cane a pelo lungo, fare particolare attenzione.

a cura di Silvia Giudici educatore cinofilo - Wedding Dog Service – http://www.weddingdogservice.it/

Come evitare che il cane faccia la pipì in casa
Perché adottare un cucciolo a due mesi di vita e non prima
Perché il cane fa danni quando è solo in casa?
I metodi educativi: metodologia gentile e addestramento tradizionale.