In questi giorni molto ventosi sto ricevendo diverse chiamate di proprietari che mi riferiscono la comparsa di congiuntivite nei loro cani. 

Nel caso del meticcio Peter, l'occhio appariva rosso e con una fastidiosa secrezione biancastra.

Nel corso della visita ho potuto anche rilevare la presenza di forte dolore.

La signora mi dice che il cane da un paio di giorni appare irrequieto e cerca sempre di portare la zampa all'occhio per grattarselo, ma lei riesce ad impedirglielo distraendolo con un gioco.

Con certezza deve essere entrato un corpo estraneo durante una lunga passeggiata che avevano fatto  nei campi nonostante il forte vento. 

Per prima cosa è necessario munirsi di un collare Elisabetta. E' fastidioso, ma può essere l'unica soluzione, soprattutto la notte quando tutti dormono e nessuno può distrarre Peter dall'intento di grattarsi.

Suggerisco la somministrazione frequente di lacrime artificiali e prescrivo il rimedio omeopatico dopo un'accurata visita. 

Il cane deve assumere il rimedio mattina e sera per quindici giorni al termine dei quali in seguito a controllo rilevo la completa remissione dei sintomi.

a cura di Francesca De Cori Del Rio - Medico Veterinario Omeopata https://www.facebook.com/francescadecoridelrioveterinarioomeopata/?fref=ts

L'osteosarcoma
La dermatite atopica

Enterite nei cani: quali sintomi e come si cura?