L'enterite è una patologia molto frequente fra i nostri amici pelosi. Tra le principali cause ci sono l'intolleranza alimentare o la poca attenzione dei proprietari

che spesso, soprattutto quando siedono a tavola, lasciano cadere a terra qualche pietanza di troppo. I sintomi principali dell'enterite nei cani sono diarrea, talvolta con presenza di sangue, dolore a livello addominale e gonfiore e diminuzione o scomparsa dell'appetito.

Tra i miei numerosi casi di enteriti oggi vi racconto quello di Billy, un cane meticcio di 6 anni molto affettuoso, vivace, socievole, per nulla timoroso che mi viene incontro festoso. Un quattro zampe bisognoso di affetto quando si sente male.
La proprietaria mi aveva contattato perché si era spaventata a causa della presenza di sangue nelle feci e quindi ho effettuato un esame coprologico, indispensabile quando le feci dei nostri animali presentano qualunque tipo di anomalia, per escludere la presenza di parassitosi.

La signora mi riferisce che Billy mangerebbe qualunque cosa e che ha cambiato il mangime con molta frequenza... che fare?  La terapia consiste nel somministrare il rimedio omeopatico per dieci giorni mattina e sera, ma anche nel prescrivere una dieta equilibrata e possibilmente casalinga a cui il cane si deve abituare gradualmente.

Già dopo tre giorni il cane non presentava più sangue nelle feci.

a cura di Francesca De Cori Del Rio - Medico Veterinario Omeopata https://www.facebook.com/francescadecoridelrioveterinarioomeopata/?fref=ts

L'osteosarcoma
La dermatite atopica