L’alitosi è un problema molto diffuso nei cani, ma le sue cause possono essere differenti!

 

Nel cucciolo questo disturbo è molto frequentemente legato alla fisiologica digestione del latte, ma, se troppo marcato, può essere causato dalla presenza di verminosi intestinali. E’ sempre importante portare il cucciolo dal medico veterinario per effettuare uno screening generale e un controllo delle feci, proprio per escludere la presenza di parassiti che potrebbero causare problemi più gravi al nostro nuovo amico.

Nell’animale adulto l’alitosi può dipendere da un disturbo digestivo legato al cibo (ricco di cereali per esempio che provocano fermentazione), oppure alla deposizione della placca, una patina bianca o giallognola, formata da batteri e residui di cibo (zuccheri) adesi sul dente, soprattutto in prossimità della gengiva. La placca, oltre a produrre cattivo odore, provoca danneggiamento del dente e, se non rimossa in tempo, può evolvere in tartaro, ossia placca mineralizzata, con ulteriore peggioramento della salute orale del nostro cane!

Anche nell’animale adulto comunque, le cause dell’alitosi possono essere varie e non si può non prendere in considerazione anche l’insufficienza renale, eventuali ostruzioni e altre patologie.

Cosa fare quindi in caso di placca e tartaro?

Nella deposizione di placca e tartaro non incide la somministrazione di crocchette o cibo umido, infatti in natura l’animale pulirebbe i suoi denti predando e quindi nel passaggio dei denti tra i diversi strati (pelle, muscoli) della preda. Di conseguenza, per ridurre la deposizione di placca, non è importante l’utilizzo di croccantini, ma è fondamentale un’accurata igiene orale, e in caso di tartaro, un eventuale intervento di detartrasi, per evitare infiammazioni gengivali, infezioni e possibile formazione di ascessi!

La prevenzione è la miglior soluzione: come si puliscono i denti?

In commercio esistono diversi prodotti per l’igiene orale dei nostri amici a 4 zampe, ma è importante scegliere nel modo giusto e il metodo più appropriato per il nostro amico! In un cane di taglia grande l’igiene può essere effettuata meccanicamente con spazzolini appositi o guantini ruvidi acquistabili nei comuni pet shop. Nei cani di taglia piccola questa manovra è difficoltosa e potrebbe anche irritare le gengive, peggiorando la situazione. Esistono, proprio per ovviare a questo problema, dei prodotti, meglio se naturali (senza PEG, Parabeni o clorexidina), che agiscono riducendo la carica batterica nella bocca, evitando a monte l’adesione dei batteri sui denti! Per quanto riguarda i bastoncini appositi, in quel caso l’azione è prevalentemente meccanica, ma essendo comunque cibo, il rischio è l’aumento di peso dell’animale, ma anche la somministrazione di proteine animali non tollerate o comunque di amidi e quindi zuccheri pronti all’uso dei batteri che invece vorremmo annullare!

Qualche aiuto dalla natura…

In caso di alitosi e placca, esistono molti principi attivi naturali che possono essere utilizzati nei nostri amici a 4 zampe, sempre previo consiglio da parte del medico veterinario di nostra fiducia! Tra i vari sono da tenere da conto il tea tree oil, la menta, la salvia, la clorofilla, l’Ascophyllum nodosum e molti altri!

Union B.I.O. consiglia

Union B.I.O. utilizza i principi attivi di Mentha, Malaleuca e Salvia per creare DENTAL CLEAN DOG, un prodotto naturale e sicuro per prevenire placca, tartaro e alitosi! Pochi gesti per una sicura igiene orale.

Dott.ssa Paola Zintu (Medico Veterinario)

C.T.S. Union B.I.O.

I feromoni
Alla ricerca della dieta ideale per il nostro cane
IGIENE IN CASA: cosa fare quando cani e bambini convivono!