Abbiamo parlato lo scorso mese della toelettatura del cane. Questa settimana vediamo quali sono gli atrezzi necessari per toelettare il nostro fedele amico!

Strumenti e attrezzatura

  • Il pettine: il pettine più utilizzato è il pettine doppio in cui usiamo la parte più larga per pettinare e la parte più stretta per i nodi più difficili da districare;
  • I cardatori: per ogni tipo di pelo e sottopelo utilizziamo un diverso tipo di cardatore:
  • Per i cani a pelo raso usiamo il guanto o la manopola
  • Usiamo il cardatore duro per i cani con tanto sottopelo
  • Usiamo il cardatore medio per i cani con poco sottopelo
  • Usiamo il cardatore molle per i cani senza sottopelo.
  • I coltellini da stripping: servono per togliere il pelo morto a cani a pelo duro. Più i dentini dello strippatore sono larghi più peli prendi
  • Le forbici: abbiamo diversi tipi di forbici
  • Dritte: lasciano un segno ben definito
  • Curve: servono principalmente per il pelo riccio
  • Dentate: si dividono a loro volta in 2 tipi quelle mezze dentate (con una lama dentata e una dritta) e quelle doppia dentata (con tutte e 2 le lame dentate). Entrambe tagliano senza lasciare il e danno un effetto più naturale sul pelo liscio.
  • La macchinetta e le lame: abbiamo diversi tipi di lame dalla più bassa che accorcia molto il pelo alla più alta che lo lascia più lungo.
  • Per la cura delle unghie abbiamo il tronchesino taglia unghie, ma se facciamo lunghe passeggiate le unghie si limeranno da sole, anche se dobbiamo sempre controllare lo sperone.
  • Per la pulizia delle orecchie usiamo la schiuma, i cotton fioc, le pinze e il cotone.

Quando si parla di toelettatura si immagina principalmente il “bagnetto” al nostro cane, ma come si fa correttamente il bagno? Ecco qui di seguito i 10 passaggi corretti!

Le 10 fasi del bagno e lo stripping

  1. Innanzitutto si proteggono i canali auricolari con 2 batuffoli di cotone
  2. Si bagna il mantello con acqua tiepida
  3. Si procede con l’insaponatura utilizzando uno shampoo precedentemente diluito distribuendolo con una spugna su tutto il corpo
  4. Si pratica un leggero massaggio con il cardatore per far penetrare la schiuma fino alla cute
  5. Si passa al primo risciacquo e si ripete una seconda volta tutto il procedimento assicurandosi di eliminare bene tutta la schiuma
  6. Con una salvietta, senza strofinare, si procede ad una prima asciugatura
  7. Si passa dunque al soffiatore facendo attenzione a non annodare il pelo
  8. Esponiamo il soggetto ad un delicato soffio d’aria calda del phon e lisciamo il pelo con il cardatore finche l’umidità non sarà sparita
  9. Passiamo poi a tagliare le unghie e pulire le orecchie
  10. Fino ad arrivare alla tosatura.

 

Ed ecco fatto! Il nostro fedele amico è pulito e pronto a giocare!

a cura di Alice Generani - Toelettatrice e collaboratrice Dog's Heart - http://www.nelcuoredelcane.it/

Il cane e la sua posizione nello spazio
Il Labrador Retriever
Perché il cane tira?
Esiste solo la pallina?