La toelettatura è una pratica che si sta diffondendo sempre più ai giorni nostri e ormai tanti proprietari si affidano a professionisti del settore, per rendere più corto e lucente il pelo del loro fidato amico a 4 zampe.

Ma perché toelettare un cane?

La risposta più facile sarebbe che tale pratica è finalizzata alla salute e all’igiene del mantello, ma chiunque abbia un cane sa che per ottenere un mantello sano e pulito sono sufficienti frequenti spazzolate e, quando serve, un buon bagno.

Si potrebbe allora dire che la toelettatura ha lo scopo di abbellire il cane, ma ad una tale affermazione alcuni potrebbero obiettare che il cane al “naturale” sia più bello.

La discussione su questo piano potrebbe quindi andare avanti all’infinito, senza però mai arrivare al nocciolo della questione. Diciamo quindi che entrambe le affermazioni precedenti sono vere: la toelettatura ha una valenza estetica ed una salutistica.

Ad ogni cane il suo pelo

Il pelo è un filamento corneo flessibile ed elastico, la parte situata all’esterno è, in realtà, l’elemento morto.

Come esistono diverse razze di cani, esistono anche diverse strutture di peli che variano in lunghezza, diametro, consistenza e forma.

Sentiamo ogni giorno definire i cani per la lunghezza naturale del pelo (pelo raso, pelo lungo, ecc); ma qual è la vera differenza di lunghezza? Di seguito la lista:

-cani a pelle nuda: hanno crine solo su testa e coda, la pelle sottile, morbida e molto pigmentata di nero (cani messicani o cinesi);

-cani a pelo raso: da 5 a 15 mm li lunghezza;

-cani a pelo corto: da 15 mm a 4 cm;

-cani a pelo semilungo: da 4 a 7 cm;

-cani a pelo lungo: oltre a 7 cm.

Il cane perde il pelo ma non il vizio

Come nell’uomo il rinnovamento del pelo corrisponde ad un ciclo di 3 fasi successive:

  1. la fase di crescita (fase anagena)
  2. la fase di permanenza del pelo (fase catagena)
  3. la fase della caduta (fase talogena).

La fase del ricambio pilifero avviene durante tutto l’anno ma è più evidente nel periodo della muta, primavera e autunno. La perdita eccessiva del pelo fuori da questa fase può presagire un’azione patogena a carico della cute, determinata dalla presenza di parassiti quali pulci e zecche o dovuta alla presenza di micosi o lieviti.

Il mese prossimo vedremo gli strumenti del toelettatore e le corrette fasi del bagno del nostro amico.

a cura di Alice Generani - Toelettatrice e collaboratrice Dog's Heart - http://www.nelcuoredelcane.it/

Il Labrador Retriever
Perché il cane tira?