L’espressione malinconica, lo sguardo pensoso, le rughe, le lunghe, morbide orecchie non vi traggano in inganno! Non stiamo per parlare di un cane da compagnia nato per farsi coccolare e riportare le ciabatte!Tuttaltro. Stiamo per parlare di una delle massime espressioni della “caninità

Il Rottweiler è un cane dalle origini molto antiche, sembra infatti che gli antenati del Rottweiler siano i molossi orientali che giunsero in Europa grazie ai Fenici, per poi diffondersi ampiamente in varie regioni per merito dei Romani che li utilizzarono per la guardia degli accampamenti militari e per la conduzione delle mandrie.

Si dice che i terrier siano così “English” che i pochi nati fuori dalle isole britanniche non fanno che confermare la regola. Ovviamente il termine terrier proviene dalla parola latina “terra” e descrive cani nati appunto per lavorare nella terra, cioè in tana. La prima notizia su questi cani non è quella di Jhon Keys del 1570, ma addirittura di Plinio il Vecchio

Eccoci nuovamente ad affrontare il tema delle razze di cani, questa volta parleremo di un bellissimo cane proveniente dalla Germania che inizialmente veniva chiamato Bierschnauzer (il cane dei birrai).

Un po’di storia
Lo Schnauzer gigante è una razza 

Il Breton è attualmente classificato dalla Federation Cynologique Internationale (F.C.I.) nel Gruppo 7, cani da ferma; sezione 1a - cani da ferma continentali, tipo Epagneul.

Se pensiamo ad un cane di tipo molossoide l’immagine che ci viene in mente è quella di un cane forte, imponente, grande di stazza… ma invece esistono anche molossoidi di piccola taglia!