La prima premessa è quella di non vivere il momento della passeggiata con il cane come un peso, questo vi porterà ad essere facilmente irritabili oltre che sbrigativi per la fretta di tornare a fare le vostre cose. Le passeggiate quotidiane sono fondamentali ed importanti per il suo benessere, oltre che per il nostro se godute a pieno.

Come spesso dico è sempre meglio prevenire che curare, quindi, se avete un cucciolo, munitevi subito di pettorina e guinzaglio lungo almeno 3mt, vedrete che il cane imparerà a non tirare in modo naturale. L’importante è stare attenti che durante le passeggiate ci sia attenzione da parte del cane, oltre che per l’ambiente, anche per voi.. è possibile ottenere questo creando un buon rapporto da subito. Niente rimproveri, strillate e strattonate ma complicità, divertimento e relax.

Gli stessi metodi possono essere utilizzati anche con un cane adulto che già tira al guinzaglio, ovvio è che ci vorranno più tempo e molta pazienza. Fate in modo che ad ogni passeggiata il cane sia contento anche di stare al vostro fianco. Vi domanderete come? Instaurando un rapporto di fiducia e complicità anche in casa.

Giocate con il cane, fategli fare cose nuove e stimolanti, evitate di sgridarlo. Tutti gli atteggiamenti non corretti vanno semplicemente ignorati! Fare questo aiuta anche fuori casa perché il cane non sarà più stressato e annoiato grazie a voi e quindi il forte interesse che prova per il mondo esterno potrà essere anche condiviso con voi.

Lasciatelo annusare, sporcare ma NON tirare al guinzaglio. Quando lo fa vi fermate aspettate che il cane vi guardi chiedendovi che fare. Sarà li che allora voi gli direte bravo e ripartirete. Ogni volta che il guinzaglio si tende al massimo ripetete la stessa cosa. Ultimo consiglio fondamentale, è trovare anche il modo di far socializzare e svagare il vostro cane senza guinzaglio.

Ecco in breve 10 consigli utili:

1° non usare collari a strozzo, semi strozzo, con le punte etc.. etc.., sconsiglio il collare in generale.. meglio la pettorina! Quella ad H Svedese è la migliore e unica che va usata (a mio parere)

2° non usare guinzagli troppo corti o flexi (che sono quei guinzagli allungabili). Il consiglio è un guinzaglio di circa 3 metri da abbinare alla pettorina.

3° non rendere la passeggiata con il cane una gara a chi decide da che parte andare: se tira insistentemente per raggiungere un punto a volte lo seguiamo a volte ci fermiamo e aspettiamo che non tiri più;

4° non sgridare il cane quando tira.. non serve a nulla se non a stressarvi a vicenda.

5° non usare mai il guinzaglio per sgridare il cane. Il guinzaglio dev’essere un legame impercettibile tra voi e lui. Se il cane lo percepisce come una punizione o una forzatura non sarà mai sereno durante le passeggiate.. e tenderà a volersi allontanare da voi e quindi a tirare...

6° ed ultimo consiglio: NON STRATTONATE IL CANE QUANDO TIRA!!! NON SERVE A NULLA, SOLO A FARGLI MALE!!! Vedo spesso cani che vengono strattonati talmente forte che mi sembra gli si spezzi il collo.. e dopo un passo riprendono a tirare come prima con la differenza che il suo stress aumenterà e di conseguenza continuerà a tirare sempre più .

PAZIENZA E COERENZA ecco la soluzione!

a cura di Daniela Lisi educatore cinofilo - DaniDogs – https://www.facebook.com/DanidogsASD

La capacità intellettuale del nostro cane dipende anche da noi
L'importanza della passeggiata